Homepage

sasà sorrentino uno che è se stesso e il doppio di se, proprio come il suo nome, uno che sa perfettamente quello che fa e perché lo fa.

uno che ricicla, che ascolta, che manipola, uno che recupera, uno che rispetta i valori della tradizione e della storia e che nella storia affonda le radici del suo lavoro.

lavoro che è fatto di intrecci, di memorie che affiorano e che sulla tela o nella materia prendono forma, e seguendo ritmi arcani ed a tratti frenetici, si sviluppano in una sorta di spirale elicoidale che avvolge e sconvolge tutto.
il colore intenso, denso, la fa da padrone suscitando sensazioni forti dove è difficile distinguere la gioia dal dolore, il sacro dal profano, l’antico dal moderno, il presente dal passato e forse anche dal futuro.

sasà fonda sulla padronanza tecnica il suo operare disinvolto che lo vede protagonista di una dicotomia in cui arte e artigianato convivono e si rafforzano senza pur tuttavia perdere le loro peculiari connotazioni.

paolo carlo monizzi

autogenesi

erutto

superstizione globale

ciuccigno

crocifisso

natività

bestiario omg

cervelli s-fusi

transumanesimo a barre

© sasàsorrentino.it ©